Come sfuggire alla solita routine, piccole idee per piccoli viaggi

Viaggio in Svezia: 10 cose da sapere prima della partenza

Viaggio in Svezia: 10 cose da sapere prima della partenza

Dopo avervi raccontato nel dettaglio il nostro road trip in Svezia ecco riassunti i nostri consigli di viaggio sulle 10 cose da sapere prima di partire per un viaggio in  Svezia.

1 – Il perché di un viaggio in Svezia

Siete amanti della natura e delle attività all’aria aperta? Allora questo verdeggiante paese é la meta adatta a voi. Campeggi immersi tra i boschi, innumerevoli specchi d’acqua e una ricca fauna selvaggia vi conquisteranno. Non potrete farvi sfuggire le escursioni all’interno dei parchi nazionali. I sentieri sono davvero ben tracciati e i paesaggi mozzafiato.

 Consiglio: Tresticklan nationalpark

Tresticklan nationalpark

2 – Il periodo migliore

Il periodo migliore per raggiungere la Svezia é la fine di luglio, il periodo più caldo dell’anno. Le probabilità di trovare una giornata soleggiata e con una temperatura media di 20°C aumentano. Per noi italiani direi una necessità! Per questa stessa ragione é anche il periodo di maggiore affollamento di turisti, ma non preoccupatevi, nella maggior parte dei luoghi che visiterete non risulta un problema, c’é davvero spazio per tutti.

In qualsiasi caso, attenzione a non farvi sorprendere dalla pioggia, portatevi poncho e teli impermeabili. Qualche pioggerellina é sempre in agguato.

Consiglio: ultima settimana di luglio

Gothenburg
Giornata di sole a Gothenburg

3 – Dove dormire

Se riuscite a rinunciare a qualche comodità per risvegli mozzafiato, la tenda é uno dei modi migliori per assaporare questo paese fino in fondo.

I campeggi sono numerosi e davvero ben serviti. Le piazzole per le tende sono sempre quelle con il paesaggio migliore, se potete rinunciare anche all’elettricità (come abbiamo fatto noi sfruttando il power bank) allora vi troverete ancora più a contatto con la natura. Tra coloro che campeggiano in tenda vedrete per la maggior parte famiglie svedesi con bambini, davvero da imitare per l’organizzazione.

Consiglio: 

  • Bullarebygdens Camping (Vassbotten) per l’ambientazione

  • Ursand Camping (Vänersborg) per i servizi

Bullarebygdens Camping
Bullarebygdens Camping

4 – Cosa mangiare

Visto il costo piuttosto alto dei ristoranti e i menu in svedese, abbiamo mangiato tra verdi prati, giardini e sulle rive dei laghi. Il prezzo del cibo nei supermercati non é eccessivo e si trovano anche delle belle offerte sul pesce. Il salmone affumicato con aneto é stato alla base della nostra dieta per i nostri 5 giorni on the road. Non potete farvi mancare inoltre le bellissime insalatone che potrete comporvi voi direttamente, scegliendo tra innumerevoli ingredienti e salsine, all’interno dei supermercati locali.

Per le cene abbiamo sfruttato il nostro fornellino da campeggio e cucinato senza problemi risotti, gulasch e pasta. Godendoci i paesaggi al tramonto dal caldo dei nostri sacchi a pelo.

Se invece vi potete permettere qualche cena fuori, vi consiglio di andare in uno dei caratteristici localini lungo il molo, nella località di Smögen, il cui piatto tipico sono i gamberetti freschi della zona. Anche alle isole Koster ci é stato consigliato di mangiare. Nel ristorante che si trova nell’isola nord é possibile gustare l’aragosta, pescata fresca, sulla lunga terrazza con vista mare.

Consiglio:

  • Per le piccole tasche: insalatone fai da te al supermercato, salmone affumicato all’aneto

  • Per le grandi tasche: ristorantini lungo il molo di Smögen

5 – Amanti degli animali: dove andare

La fauna selvatica svedese é davvero ricca e cambia da zona a zona.

Al sud é possibile fare safari alla ricerca degli alci, scorgerli tra i boschi ed ammirarne la loro grandezza merita davvero i soldi spesi. Quello che abbiamo seguito noi si svolge nell’altopiano di Halle e Hunnberg, nei pressi della cittadina di Vãnersborg, non convenzionale e davvero ben articolato.

Inoltre durante le vostre passeggiate tra i boschi potrete scovare caprioli, cervi, aquile o, se ne avete la fortuna, anche il lupo.

Un’altro safari che secondo me non ci si dovrebbe far sfuggire é quello alla scoperta delle colonie di foche. Queste si possono trovare a largo di Smögen (le imbarcazioni partono proprio dal molo), oppure alle Isole Koster.

Se salite verso il centro del paese scoverete le riserve naturali dove potrete incontrare l’orso bruno e le famose farm con i loro cani da slitta. Un’avventura da non perdere, se andate nel periodo invernale.

Consigliato: safari alla ricerca degli alci (Vänersborg)

Elk park

6 – Attività da non perdere

Come ho già ripetuto un po’ di volte, ma non mi stancherò di farlo, i laghi della provincia del Dalsland sono assolutamente da ammirare. Percorrendo sentieri attorno ad essi, realizzando crociere per raggiungerne il cuore o sfruttando le attività acquatiche, potrete vederne la suggestività. E’ facile trovare noleggi di canoe o kayak anche piuttosto convenienti, per esplorarne le rive in mezzo al blu delle loro acque.

Per gli appassionati di pesca il lago Vänern é l’ideale. Oltre ad essere il più grande della Svezia, vi si può pescare anche senza licenza. Se inoltre volete provare la pesca al salmone, potrete essere accompagnati da pescatori della zona con le loro barche e la loro attrezzatura, pronti per tornare a casa con un bel bottino. Vi avviso però che i prezzi sono davvero da capogiro.

La pesca all’aragosta é decisamente più abbordabile e può essere svolta alle isole Koster, da dove partono numerose altre attività.

Consiglio:

  • Giro in canoa nel lago Vänern o Stora Le

  • pesca al salmone o all’aragosta

Lago Vänern
Lago Vänern

7 – Cittadine da visitare

La prima che vi nomino é una località balneare, di cui sicuramente avrete già visto almeno una foto: la cittadina di Smögen dalle case colorate sul lungo molo in legno. Una passeggiata la merita davvero.

Gothenburg é la seconda città più grande di Svezia, dopo Stoccolma ovviamente. E’ una cittadina brulicante di vita e di giovani. Vi potrete godere una fresca birretta sulle rive del fiume, insieme alle centinaia di ragazzi che vi si ritrovano. Lungo la strada principale, usciti dal parco Trädgårdsföreningen sulla sinistra, troverete numerosi locali dalle lunghe vetrate, già affollati sin dalle prime ore del pomeriggio.

Se siete appassionati d’arte, invece, non potete farvi sfuggire il Museum of Art.

Consiglio: 

  • Smogen: passeggiata lungo il molo

  • Gothenburg: parco Trädgårdsföreningen

8 – Luoghi incantati da fotografare

Se anche voi come me e Kevin siete appassionati di fotografia allora non dovete farvi sfuggire questi luoghi incantati.

Uno dei luoghi che più simboleggia la natura selvaggia della Svezia é il parco nazionale Tresticklan. Boschi infiniti che si riflettono sulle acque dei piccoli laghi, isolotti dai solitari pini galleggianti, entrerete in una piccola favola, che potrete esplorare percorrendone il sentiero.

Il secondo luogo dove vi consiglio di andare sono le isole Koster: una di quelle meraviglie, difficili da dimenticare. Idilliache, serene, dalle spiagge di sabbia fine e dai fitti boschi. Un luogo ideale per trovare l’ispirazione. Con i loro piccoli villaggi e le barche dei pescatori rendono l’atmosfera di pace che vi aleggia.

Una foto cartolina é quello che otterrete se andate a fotografare il molo di Smögen con i suoi colori sgargianti.

Andate poi a Gothenburg se volete immortalare la vita cittadina, frenetica e gaia.

Consiglio: 

  • Tresticklan per i paesaggi naturali

  • Isole Koster per i paesaggi di natura e piccoli villaggi

  • Smogen per foto cartolina

  • Gothenburg per la città

9 – Come raggiungerla

La Svezia é un paese piuttosto caro, ma con le dovute accortezze si riesce a realizzare un bel viaggio dal prezzo davvero economico.

Un’alternativa all’acquisto dei voli diretti per la Svezia, dal prezzo non inferiore ai 200 euro é il treno notturno EN 300 Berlino-Malmö. Avrete così anche l’occasione di visitare la bella Berlino, per cui i voli dall’Italia sono davvero economici.

Una seconda alternativa, se riuscite a prendervi per tempo, é Copenaghen. Infatti Malmö é raggiungibile dalla capitale danese in 40 minuti in macchina e i prezzi dei voli sono solitamente più economici.

Infine non vi preoccupate per il ritorno, dalla cittadina di Gothenburg i voli Ryanair sono davvero a prezzi stracciati.

Consiglio: treno notturno EN 300 Berlino-Malmö

treno notturno EN 300 Berlino-Malmö

10-Come girare

Mezzo consigliatissimo: la macchina, da noi prenotata tramite Rentalcars.

Oltre alla libertà di scelta che vi lascia la macchina, per potere realizzare l’itinerario che più vi piace, anche l’aspetto economico non é da sottovalutare.

Se trovate una buona offerta per il noleggio i costi ulteriori saranno ben pochi. La Hertz ci ha dato una Renault Clio nuovissima, dai consumi minimi. Un pieno é bastato per l’intera vacanza. Inoltre le autostrade a pagamento non esistono quindi sentitevi liberi di macinare chilometri senza alcuna restrizione.

Consiglio: auto senza ombra di dubbio

On the road to Gothenburg
On the road to Gothenburg

Cosa ne pensate di questi 10 must per la Svezia? Vi sono stati utili?


Related Posts

Le Isole Azzorre: cosa non perdere a São Miguel

Le Isole Azzorre: cosa non perdere a São Miguel

Le Isole Azzorre: cosa non perdere a São Miguel e come conoscere meglio l’arcipelago. Un viaggio tra le isole di origine vulcanica.

Svezia on the road tra i parchi nazionali

Svezia on the road tra i parchi nazionali

Dal Bullarebygdens Family Camping ci dirigiamo verso Ed, sul lago Stora Le, per il nostro road trip in Svezia da Vassbotten a Bengtsfors.



14 thoughts on “Viaggio in Svezia: 10 cose da sapere prima della partenza”

    • Stefania la Svezia é davvero magica, per noi é stata la prima estate all’insegna di campeggi e temperature al di sotto dei 20°C e di sicuro non l’ultima. Ce ne siamo innamorati e non vediamo l’ora di avere un po’ di ferie per poter organizzare un’altro viaggio unico! Se vuoi qualche consiglio non esitare a scrivermi 🙂

  • Io sono stata a Stoccolma e nei dintorni e mi.piacerebbe tornare a visitare questo Paese per la sua natura. Anche noi per mangiare ci siamo affidati ai supermercati (con bimbo in svezzamento!) e ce la siamo cavata benissimo! Su Stoccolma poi si vola a poco con Ryanair…potrebbe essere un bel punto di partenza…

    • Concordo, per girare il centro nord Stoccolma é un punto di partenza perfetto! Sarà uno dei futuri viaggi 🙂

  • Da amante del freddo e del nord non posso che condividere questo bellissimo post! Dettagli molto utili per chi vuole intraprendere il viaggio fai da te!

  • Che bellee vacanze dove si sfugge dal caldo e si va a visitare i paesi del nord! Noi siamo stati in Danimarca quest estate , on the road con i bimbi! Fantastica..se ti piace il genere non potete perdervela!

    • Grazie Stefania! L’alternativa infatti era proprio quella di fare un giro in Danimarca e poi raggiungere la Svezia da Copenaghen, che é proprio attaccata, purtroppo non ce l’abbiamo fatta avendo pochi giorni disponibili. Speriamo di rimediare presto 🙂

  • Wow, sono stata solo a Stoccolma e purtroppo mi sono persa tutte queste bellezza naturali. In estate, poi, deve essere tutto ancora più magico!

    • Sì Giulia, é stato davvero magico! La Svezia secondo me é da girare tutta prima o poi. Noi siamo partiti dal sud, ma presto vorremo raggiungere anche Stoccolma ed il nord.

  • Visto che sogno di andare in Svezia da anni ma non mi sono ancora realmente informata, questo articolo mi è molto utile!
    I safari per vedere gli alci e le foche sarebbero fantastici!! L’unica cosa che finora mi ha fatta esitare sono proprio i prezzi: quando vado all’estero mi piace mangiare cibo tipico e alloggiare comoda, ma so che appunto la Svezia costa moltissimo!

    • Dal punto di vista economica in effetti non é semplice. Per risparmiare bisogna fare qualche ‘sacrificio’. Noi tra campeggi e supermercati siamo riusciti a rimanere nel budget prefissato e devo dire che senza queste esperienze non sarebbe stata la stessa cosa.
      Capisco comunque anche il tuo punto di vista, con qualche accortezza e magari risparmiando anche nei trasporti, prendendosi per tempo, puoi andare in qualche b&b.
      Davvero prima o poi é una meta da scoprire.

Rispondi