How to escape from the routine, little ideas for little trips

Le isole Azzorre: la fiaba di Santa Maria

Dopo avervi raccontato dei luoghi incantati di Saõ Miguel non poteva mancare la nostra fiaba vissuta a Santa Maria, isola dove ha fatto scalo Cristoforo Colombo al ritorno dall’America. Si tratta dell’isola più vicina a São Miguel, raggiungibile in soli 30 minuti di volo.

Le isole Azzorre: la fiaba di Santa Maria

Alloggio

Arrivati nella piccola Santa Maria siamo stati subito accolti da Francisca e Christian del nostro B&B http://www.azorean-spirit.com/index.php/en/. La loro simpatia e allegria ci ha subito contagiato. Dopo averci accompagnati nel nostro alloggio, davvero coccolo, per lasciare giù le valigie, ci hanno trasportato direttamente nella storia dell’isola. 

Festa

Le famiglie, molto credenti, sono solite ringraziare Dio per gli avvenimenti positivi loro accaduti. Sacrificano dunque il loro bestiame per realizzare una grande festa a cui possano partecipare tutti, indiscriminatamente. Dopo una breve celebrazione, all’ora di pranzo e all’ora di cena offrono una zuppa di carne e pane accompagnata da vino locale ed analcolici. Il tutto viene consumato su lunghe tavolate tali da ospitare il maggior numero di persone.

Tutto questo risulta un grande evento, dove vecchi e nuovi amici si incontrano e conoscono. Fuori dalle case si creano lunghe file e a gruppi si entra e si condivide li uni vicino agli altri il pranzo offerto, in velocità, ma davvero gradevole e conviviale.

Durante i 5 giorni trascorsi nell’isola vi abbiamo partecipato ben due volte: la prima sera per l’appunto, dove Francisca and Christian ci hanno fatto conoscere i loro amici, ed una il giorno seguente, quando, noleggiate le bici, ci siamo addentrati verso uno dei numerosi barreiros. I barreiros sono terreni di colore rosso immersi nella verde boscaglia e nei pressi delle scogliere a picco sul mare. Se la bicicletta vi può sembrare un mezzo troppo faticoso per affrontare tutte le ripide salite dell’isola non temete, molti abitanti sono soliti dare passaggi con i loro pick up ai turisti e alle loro bici.

 

Attrazioni

Le spiagge sono tranquille ed il paesaggio davvero vario. Grazie ai nostri host siamo riusciti a scoprire il diamante grezzo Santa Maria. Ci hanno fatto vedere le sue potenzialità e comunicato il loro amore per quest’isola. Il loro orto, ricco di idee innovative per una buona coltivazione di avocado, platani e numerose altre piante, ci hanno affascianti.

Il B&B di Francisca e Christian si trova vicino ad Almagreira, una posizione tattica per raggiungere la spiaggia sabbiosa più bella dell’isola: Praia Formosa. Lungo il tragitto ci si può fermare ad osservare il panorama costiero dall’alto. Per chi preferisse nelle vicinanze si trova il campeggio della spiaggia.

Baja dos Anjos é un’altra delle spiagge principali che abbiamo visitato: formata da piattaforme di cemento e piscine naturali che permettono il bagno nonostante il mare mosso della costa nord-ovest. Per chi preferisse i paesaggi incontaminati é sufficiente proseguire lungo la costa oltre le piattaforme dove, dopo superato un cancelletto, si può intraprendere un percorso tra prati e nere scogliere, ideale per gli appassionati di fotografia.

Santa Maria é un’isola molto ricca per il patrimonio geologico: vi si trovano fossili marini a Pedreira do Campo e la millenaria muraglia di colata lavica basaltica di Ribeira de Maloàs.

Christian ci ha inoltre iniziato alla pesca, portandoci all’avventura, siamo arrivati a pescare lungo le scogliere sfruttando piccoli granchi come esche e imparando la tecnica di pesca storica con il bambù. Siamo alla fine rientrati con uno scarso bottino ma davvero arricchiti.

Il nostro ringraziamento é stato ravioli fatti in casa ripieni del pesce appena pescato e condivisi all’aperto con una buona bottiglia di vino. Alla fine della cena Christian e Francisca hanno deciso di piantare il ciuffo della piccola ananas che abbiamo portato, dandoci una scusa per ritornare presto a trovarli e vedere la nostra piantina. Cosa dire, un’isola indimenticabile, anche se come tutti sappiamo, sono davvero gli incontri a rendere un viaggio speciale.

Santa Maria, Azzorre

Arrivato il giorno della partenza, ci siamo imbarcati con direzione Lisbona, dove abbiamo trascorso gli ultimi tre giorni prima di tornare a casa.

Spero di avervi incuriositi e fatto innamorare di quest’isola davvero unica.

Se vi siete persi il racconto sugli imperdibili dell’isola di Sao Miguel, lo trovate qui.



5 thoughts on “Le isole Azzorre: la fiaba di Santa Maria”

    • Ne sono proprio felice, grazie Paola! E’ uno di quei luoghi dove vai una volta e ci vorresti tornare subito 🙂

  • Belli questi articoli sulle Azzorre! É da un po’ che ho in mente di andarci, sia Azzorre che Madeira, ma trovo per entrambe dei voli sempre molto cari e alla fine non ci sono ancora stata. Purtroppo partendo nei classici periodi di vacanza i prezzi vanno alle stelle 😓

    • Hai ragione nei periodi di alta stagione non é facile trovare prezzi bassi. Noi abbiamo ovviato al problema tramite i voli Ryanair Porto-Ponta Delgada e Ponta Delgada-Lisbona, così siamo riusciti anche a visitare queste due stupende cittadine 🙂

Rispondi