Come sfuggire alla solita routine, piccole idee per piccoli viaggi

Smogen la città dei colori ed il paradiso delle Koster

Smogen la città dei colori ed il paradiso delle Koster

Il nostro road trip tra Smögen e Vassbotten lungo le coste della Svezia

Centra mappa
Traffico
In bicicletta
Trasporti

La mattina del secondo giorno del nostro road trip ci svegliamo presto, pronti per una ricca giornata. Ci dirigiamo a nord costeggiando il mare in direzione Tjörn, dove avremmo voluto visitare il museo dell’acquerello che, secondo la nostra guida Lonely Planet, si troverebbe in un’ambientazione davvero suggestiva. Peccato che in Svezia la maggior parte delle attività non apra prima delle 11, la prima tappa salta, sarà per la prossima volta.

Smögen

Smogen

Ci dirigiamo dunque verso la località di Smögen: cittadina dal turismo balneare, conosciuta per il lungo molo in legno costeggiato da numerose casette colorate. Una volta arrivati assaporiamo davvero l’atmosfera marina, la splendida giornata di sole ci ha fatto persino desiderare di metterci il costume. I ristorantini sul molo propongono piatti di pesce fresco ma i menu interamente in svedese e i prezzi non proprio economici, ci hanno fatto optare per un buon pranzo all’aperto con salmone affumicato e aneto, che é davvero un affare comprato al supermercato.

Stromstad-Koster Islands

Riprendiamo la macchina e, con direzione Oslo, costeggiamo il mare. Arriviamo a Strömstad pronti ad imbarcarci per esplorare le Koster Islands. Queste isole si trovano davvero a pochi chilometri dalla Norvegia e sono un ottimo punto di partenza per osservare le colonie di foche che popolano gli scogli vicini. Potrete trovare tutte le informazioni a riguardo nel tourist info di Strömstad, proprio davanti al porto.

Da qui le isole Koster possono essere facilmente raggiunte in traghetto in 40 minuti circa. Noi abbiamo deciso di esplorare l’isola Nord, la più selvaggia e adatta al trekking. Arrivati nell’isola, vi sembrerà di essere atterrati in un luogo idilliaco, tranquillo e conviviale. Le casette che si vedono dal sentiero sono tutte colorate, dai giardini curati e ricchi di fiori. L’assenza delle auto, inoltre, fa apprezzare il silenzio e i suoni della natura.

Procedendo lungo il percorso che attraversa l’isola, siamo arrivati all’unico campeggio delle Koster che, inizialmente immerso nella pineta, si estende poi sulla spiaggia di sabbia chiara. La vista della spiaggia ci ha spinti a togliere le scarpe e a camminare nell’acqua, dalla temperatura davvero piacevole.

La fine sabbia ha fatto poi nuovamente spazio alla pineta e alle rocce saline, riportandoci verso la parte abitata dell’isola dove poi abbiamo ripreso il traghetto di ritorno.

Vassbotten

Vassbotten

L’ora era tarda, ma noi avevamo già scelto la nostra meta per la notte: un campeggio sul lago al confine con la Norvegia: il Bullarebygdens Camping, nei pressi di Vassbotten. Il migliore campeggio della vacanza, non tanto per i servizi, quanto per il paesaggio mozzafiato. Abbiamo piantato la tenda in riva al lago e mangiato al tramonto, mentre i ragazzini facevano il bagno sulla riva. Tutto attorno a noi solo boschi e natura.

Premete qui se volete scoprire le avventure del nostro terzo giorno on the road.


Related Posts

Barcellona cosa vedere in tre giorni

Barcellona cosa vedere in tre giorni

Tre giorni a Barcellona sono piú che sufficienti per visitare le attrazioni principali e godersi la vacanza con qualche chicca romantica.

Mercatini di natale in Svizzera: tra Ginevra e Zurigo

Mercatini di natale in Svizzera: tra Ginevra e Zurigo

Mercatini di natale in Svizzera: tra Ginevra e Zurigo. Alla scoperta dei profumi e dei paesaggi delle città svizzere



1 thought on “Smogen la città dei colori ed il paradiso delle Koster”

Rispondi