Trasferirsi a Nizza: info pratiche

Come molti di voi sanno Kevin ed io ci siamo trasferiti a Nizza nell’estate 2018. É stato un grande passo che ci ha portato a più di 500 km dalla nostra confort zone.

 

Abbiamo scoperto uno nuova realtà ed abbiamo affrontato numerosa burocrazia. Tra difficoltà e piccole conquiste ora possiamo affermare di esserci ambientati e di poter dare una mano a chi, come noi, decidesse di fare questo grande passo.

Vogliamo allora darvi alcuni consigli per fare in modo che il vostro trasferimento non abbia intoppi e sia un ricordo felice da scolpire nelle vostre menti.

Trovare lavoro

Prima di tutto non pensate che la conoscenza del francese sia un optional.

Non voglio essere brutale, lo dico solo per il vostro bene (sembro mia madre), comunque difficilmente troverete lavoro senza sapere una parola di francese. A Monaco forse avrete qualche possibilità ma, in generale, acquistate un corso e buttatevici a capofitto. Dopo qualche mese vedrete i primi risultati ed anche se tentennate e fate errori l’importante é che riusciate a comunicare e allora potrete buttarvi nel bellissimo mondo della ricerca del lavoro.

Un lavoro stagionale non é difficile da trovare vista la quantità di turisti (tra l’altro italiani) che arrivano nella bella riviera francese. Ovviamente la miglior maniera é CV e lettera motivazionale in mano e presentarsi senza timori, altrimenti su indeed potrete trovare qualche piccola offerta.

Se invece il vostro obiettivo é un lavoro a lungo termine (CDI in francese é il contratto a tempo indeterminato, molto più comune che in Italia dove ormai sembra un sogno inarrivabile), vi conviene iscrivervi a Pôle Emploi.

Pôle Emploi vi aiuterà nella costruzione del vostro CV e della vostra carriera magari proponendovi qualche corso integrativo.

Una volta iscritti potrete accedere alla loro piattaforma e controllare e candidarvi alle numerosissime offerte che vengono pubblicate ogni giorno. Devo ammettere che l’iscrizione vi farà perdere un po’ di tempo ma ne vale la pena, ve lo prometto!

Questo é stato proprio il mio percorso di ricerca del lavoro qui, ma se invece, come Kevin, siete fisioterapisti non esitate a scriverci per scoprire come affrontare tutta la burocrazia che vi attenderà. Sarà impegnativo ma con dei buoni consigli ed un po’ di pazienza vedrete poi che ne sarete davvero soddisfatti e ripagati.

 

 

Trovare un appartamento

Allora, fate un bel respiro. Dovrete avere pazienza ma un’opzione la troverete.

Prima di tutto sappiate che se non avete un garante francese le agenzie non vorranno nemmeno parlare con voi. Ma non temete un’alternativa sono le banche, che vi potranno fare da garante, oppure dovrete dimostrare di avere un salario maggiore di tre volte l’affitto.

Qualche altra alternativa c’é ma dobbiamo ammettere di non esserci troppo informati a riguardo. Abbiamo infatti optato per la ricerca di affitti tramite privati (particuliers in francese). La maggior parte degli annunci vengono pubblicati su ‘Le bon coin’ un sito simile a ‘Subito’ dove potrete trovare numerosissimi appartamentini. Ah ricordate che qui il preavviso per lasciare l’appartamento é solamente di un mese quindi al momento della vostra ricerca troverete appartamenti disponibili immediatamente o nel giro di un mese al massimo.

Ma parliamo di zone. Allora di sicuro la più economica se volete rimanere in città é la zona di Riquier. Ben collegata al centro dal tram e autobus e con una stazione dei treni che é davvero l’ideale per spostarsi anche lungo la costa azzurra. Sappiate che il posto auto é uno dei più grandi problemi dei nizzardi quindi un garage o un posto auto tutto vostro é da prendere in considerazione se usate la macchina. Un’altra zona abbastanza centrale ma sulle alture e dai prezzi modici é Cimiez. Tutto poi dipenderà da dove lavorerete: se dovrete fare avanti ed indietro per Sophia Antipolis sarà decisamente più conveniente rimanere nella zona ovest: Magnan, Corniche Fleurie se non addirittura Antibes. Ve lo dico per esperienza: il traffico tra Nizza e Cannes é intenso sia al mattino che la sera perché la maggior parte dei lavoratori fa questa tratta e capita spessissimo di trovarsi incolonnati in autostrada. 

Il quartiere centrale invece é Carré d’Or e come potete immaginare lì i prezzi aumentano e potrete trovare un piccolo studio a ben 800€ al mese.

Le zone universitarie, invece, sono Saint Jean d’Angely e Valrose dove i prezzi si fanno più ragionevoli (sempre per gli standard di Nizza) e troverete anche numerose residenze studentesche.

Ah quasi dimenticavo, prima di tutto dovrete aprire un conto francese. Sia per il lavoro che per l’appartamento é fondamentale quindi sarà davvero una delle prime cose da fare.

ASSICURAZIONE SANITARIA

Vi consigliamo di iniziare subito a compilare e spedire il modulo di richiesta per la carte vitale qualunque sia il vostro statuto. Ci metterete un po’ di mesi ad ottenerla, vi avvisiamo. Una volta ottenuta, però, vi sarà davvero utile per evitare i pagamenti di molte visite ed alcune medicine.

La sanità in Francia funziona in maniera molto diversa rispetto all’Italia e vedrete che ci sono molti aspetti positivi.

Potrete poi fare una mutuelle (ossia un’assicurazione supplementare) per avere la copertura completa o quasi delle visite e dell’acquisto degli occhiali o delle lenti a contatto.

 

Infine vi auguriamo un grande in bocca al lupo e mi raccomando non esitate a contattarci per qualsiasi domanda ma sopratutto siamo curiosi di conoscervi, fateci sapere se verrete a Nizza.

Un abbraccio.

 

Post Correlati

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: