Come sfuggire alla solita routine, piccole idee per piccoli viaggi

Barcellona cosa vedere in tre giorni

Barcellona cosa vedere in tre giorni

Se non avete molto tempo libero ma volete partire e vi state chiedendo: in soli tre giorni a Barcellona cosa potrei vedere, allora questo articolo é quello che stavate cercando.

Scorrete fino in fondo se volete vedere la MINI GUIDA che abbiamo creato per voi, utilissima da portare in viaggio se é la vostra prima volta in questa città dalle mille forme e colori.

Tre giorni a Barcellona sono piú che sufficienti per visitare le attrazioni principali e godersi la vacanza con qualche chicca romantica, vi riveliamo quindi come e cosa andare a vedere nel dettaglio.

Tre giorni a Barcellona cosa vedere?

Se vi state chiedendo chi siamo noi per dirvelo, avete ragione, noi siamo una semplice coppia di appassionati di fotografia, architettura e di buon cibo ma soprattutto che adora viaggiare e scoprire piccole chicche da non perdere. Non per questo in effetti ci dovreste ascoltare, ma per il fatto che quello che vi suggeriamo ci é stato consigliato da chi la città la conosce veramente bene: i locals!

Se non sapete di cosa stiamo parlando correte a leggere l’articolo o a vedervi il video su questo nostro nuovo progetto: https://mappando.eu/must-dei-locals/.

Procediamo quindi con ordine.

Abbonamento ai trasporti sì o no?

Appena usciti dall’aeroporto di Barcellona vi nascerà il dubbio se prendere o meno l’abbonamento per la metro da 12,24 o 36 ore.

Considerate che un’andata dall’aeroporto al centro in metro costa ben 4.50€, quindi se avete intenzione di utilizzarla 2 volte al giorno (oltre all’andata e ritorno per l’aeroporto), avrete già pareggiato il prezzo del ticket orario. Proprio per questo motivo noi l’abbiamo comprato. Badate bene che vi conviene soprattutto se i luoghi che volete raggiungere sono ben collegati tramite la metro e se il vostro albergo si trova leggermente fuori dai quartieri centrali.

Se il vostro obiettivo é quello di godervi il più possibile la città e siete disposti a camminare allora vi consigliamo di visitarla a piedi. Niente paga di più di girare per le stradine, osservando i palazzi, le persone e godere dell’atmosfera dei singoli quartieri. In tal caso la scelta del pernottamento risulterà fondamentale. Il quartiere di Eixample e Gracia sono il giusto compromesso tra la zona centrale ed il prezzo moderato. Noi abbiamo scelto l’ostello Casa Gracia, fornito anche di camere singole. Gli ambienti comuni sono curati e di design e le camere sono piccole ma funzionali.

Le attrazioni da non perdere

Per gli amanti dell’architettura e del genio creativo di Gaudì gli imperdibili si Barcellona sono assolutamente:

  • La Sagrada Familia. Non ha bisogno di descrizioni appena ci entrerete rimarrete a bocca aperta, assicurato. Il nostro consiglio é: se non volete spendere di più comprando il biglietto online, andate verso le 3 meno qualche minuto, é l’orario in cui troverete meno coda e dopo una ventina di minuti sarete già dentro.

Le attrazioni da non perdere a Barcellona

  • Casa Battló: una visita la merita di sicuro e le guide sono fatte molto bene, facendovi esplorare anche virtualmente i vari ambienti della casa. Il nostro consiglio é quello di evitare la fila, sempre molto lunga, e di potervi godere tutte le stanze in tranquillità, senza dover sgomitare tra la gente. Per fare tutto questo é possibile prenotare la visita online direttamente sul sito ufficiale: https://www.casabatllo.es/it/vendita-biglietti/

Be the first  é il biglietto che vi consigliamo, essere tra i primi venti ad entrare é un’esperienza davvero impagabile e potrete sfruttare al meglio la giornata iniziando la vostra visita alle 8.30 per poi dedicarvi alle altre attrazioni.

Casa Batlló

  • Parc Güell: il parco é formato da una zona con ingresso a pagamento ed una libera. Vi consigliamo di andare direttamente in quella a pagamento la mattina presto controllando nel sito gli orari e l’affluenza in tempo reale: https://www.parkguell.cat/compra-dentrades/disponibilitat/ in questo modo potrete prevedere la coda. Una volta entrati potrete rimanerci dentro quanto vorrete ma attenzione: quando uscirete non potrete più rientrare!

Parc Guell

  • Padiglione Tedesco dell’expo del 29 di Ludwig Mies Van Der Rohe, ricostruito nel ’68. E’ leggermente nascosto ma appena lo vedrete rimarrete ad ammirarne le linee ed i riflessi per un po’, cercando la migliore angolazione da cui osservarlo.

Padiglione tedesco

Zone panoramiche e luoghi da non perdere

Se anche voi adorate passeggiare per la città ed assaporarne l’atmosfera i nostri consigli sono di non perdere:

  • Jardins de Rubio i LLuch: per gli appassionati di fotografia soprattutto, é un luogo magico. Vi consigliamo di andarci nel periodo delle arance quando gli alberi di tutto il giardino sono punteggiati di arancione.

Jardins de Rubio i lluch da non perdere

  • Bunkers del Carmel: uno dei luoghi più panoramici di Barcellona. Da qui si può ammirare lo splendido tramonto osservando la città ai propri piedi. Vi conviene portarvi qualcosa di caldo da bere se ci andate d’inverno così da poter resistere al fresco vento ed osservare la città quando tutte le luci si accendono.

Bunkers del Carmel vista mozzafiato

  • Barrio del Born: un quartiere dai negozi affascinanti, dai locali particolari, dai mille colori e dall’atmosfera magica.
  • Barceloneta: la spiaggia é una zona di Barcellona da non perdere anche nel periodo invernale. I localini sulla spiaggia, la scultura Marc e la vista dell’hotel W sono luoghi da immortalare nella vostra mente.

Barceloneta

  • Arc de Triomf: camminando lungo il quartiere del Born potrete spingervi fino a raggiungere l’arco di trionfo con una passeggiata lungo il viale su cui si erge, ricco di palme e colori.
  • La Rambla: non potete perdervi una passeggiata lungo La Rambla e sbucare poi nelle viette laterali. Troverete un bellissimo mercato coperto dove degustare il saporito jamon serrano, chiamato la Boqueria ed una piazza dall’atmosfera bohemienne: Placa Reial dove gustare un buon caffé.

boqueria

I ristoranti che vi consigliamo assolutamente

Come avrete scoperto non siamo solo degli avidi viaggiatori ma anche dei gran buon gustai ed ecco quindi i localini che vi consigliamo per le vostre mangiate.

  • Guell Tapas Restaurant: un ristorante piccolino ma non fatevi ingannare dall’apparenza. La paella é davvero gustosa ed abbondante e vi consigliamo di assaggiare la sangria, secondo noi una delle migliori della città, ricchissima di frutta colorata.

Guell tapas restaurant

  • 9 Granados: un tapas bar dall’ampia scelta di vini e dalle particolari proposte di tapas: una più buona dell’altra, da non perdere!

Must dei Locals

  • A vocados: ristorante di design dai piatti a base di Avocado e pizze. I piatti sono molto gustosi, le porzioni piccole e il personale non sempre attento ma comunqnue simpatico. Nel complesso una buona esperienza.

A vocados ristorante Barcellona

Per i consigli su dove andare a bere una buona birra, in arrivo sulla sezione Birrando un nuovo articolo.

Bier cab migliore birreria Barcellona

L’itinerario per la vostra prima volta a Barcellona

Per sfruttare al meglio il tempo ripercorrete il nostro itinerario durante i vostri tre giorni a Barcellona, la vostra prima volta sarà indimenticabile.

Il primo giorno fate un giro nel quartiere Gracia, per poi dirigervi alla Sagrada Familia ed infine innamorarvi dei colori della città facendo tappa al tramonto al Bunkers del Carmel.

l'itinerario per la vostra prima volta a barcellona

Il secondo giorno potrete andare al mattino a visitare Casa Battlo, proseguire poi verso la Rambla, passeggiare ed immergervi nel mercato la Boqueria. Andate poi verso Placa Reial e da lì continuate esplorando il Barri Gotic fino ad arrivare alla cattedrale. Successivamente potrete continuare il vostro itinerario nel vicino Barrio del Born fino all’arco di trionfo con una visita al Museo Picasso.

Itinerario da scoprire

Il terzo giorno andate nella zona ovest di Barcellona. Scendete fino a Barceloneta e poi, se volete vedere l’intera città sotto i vostri piedi, prendete la teleferica che dalla costa vi porta fino a Montjuic. Arrivati in cima potrete scendere verso la città passando per il Poble Espanol ed infine visitando il padiglione tedesco dell’expo.

Cosa ne pensate di questo itineriario alla scoperta di Barcellona?

Se volete saperne di piu non esitate a scriverci.

E se volete seguire le nostre pazze avventure eccovi qui il video dei nostri tre giorni a Barcellona!

Ed infine ecco la nostra MINI GUIDA di Barcellona da portare sempre con voi con una piccola mappa ed i nostri imperdibili.  Creata in esclusiva per voi!

visita barcellona in tre giorniMini guida di barcellonaLa vostra prima volta a Barcellona  

Vi é piaciuta la nostra mini guida ed i nostri suggerimenti per i vostri tre giorni nella caliente Barcellona? Voi ci siete già stati?


Related Posts

Mercatini di natale in Svizzera: tra Ginevra e Zurigo

Mercatini di natale in Svizzera: tra Ginevra e Zurigo

Mercatini di natale in Svizzera: tra Ginevra e Zurigo. Alla scoperta dei profumi e dei paesaggi delle città svizzere

Must dei Locals

Must dei Locals

I Must dei Locals é un nuovo progetto che Kevin ed io abbiamo deciso di intraprendere per i nostri futuri viaggi per mettere in contatto più persone possibile e rendere voi protagonisti delle nostre scoperte! Cercando il vero local Prima di intraprendere ogni nostro viaggio […]



31 thoughts on “Barcellona cosa vedere in tre giorni”

Rispondi